Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Forti precipitazioni sull’Esquilino

· Alle origini di Santa Maria Maggiore ·

Nella notte tra il 4 e il 5 agosto del 352, durante il primo anno del pontificato di Liberio (352-366), un singolare evento meteorologico provocò una prodigiosa nevicata sulla sommità del colle romano dell’Esquilino. Lo scrive Fabrizio Bisconti precisando che il paradossale evento — interpretato, nel tempo, come una forte grandinata o, più di recente, una precipitazione di piccole meteoriti, al limite del fantascientifico — è rievocato, nella prima metà del XIII secolo, dal frate Bartolomeo di Trento nel Liber epilogorum in gesta sanctorum.

Nevicata artificiale a Santa Maria Maggiore (Roma)

L’episodio riferisce di un patrizio romano di nome Giovanni, senza figli e oramai avanti negli anni, pronto, insieme alla moglie, a devolvere un’ingente cifra alla Chiesa romana. Nella notte ebbe in sogno la Vergine Maria, che chiedeva di costruire una grandiosa basilica proprio dove, il mattino seguente, avrebbe trovato neve fresca. Giovanni si reca presso il Pontefice Liberio, che gli rivela di aver avuto la medesima visione, e, dopo la nevicata notturna, sovvenziona la costruzione della splendida basilica mariana, la cui pianta, disegnata personalmente dal Papa, seguiva il perimetro dell’area indicata dalla prodigiosa nevicata. Se il popolo romano, sorpreso e ammirato per la maestosa costruzione, prese a definire l’edificio di culto come la chiesa della Madonna della Neve, una bolla pontificia dedicò ufficialmente il santuario mariano nel 1568 come Sancta Maria ad Nives, anche se già nel XII secolo era stata istituita una Festa dedicationis Sanctae Mariae ad Nives.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE