Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Forte tensione
tra Venezuela
e Unione europea

· ​Impedito l’ingresso nel paese a cinque eurodeputati invitati da Juan Guaidó ·

Dimostrante antigovernativa a Caracas (Afp)

Le autorità di Caracas hanno impedito ieri l’ingresso in Venezuela di cinque deputati europei. I cinque erano stati invitati da Juan Guaidó, riconosciuto da parte della comunità internazionale come presidente ad interim. «Siamo stati espulsi dal Venezuela, ci hanno ritirato i passaporti, non ci è stata data alcuna spiegazione né abbiamo alcun documento che giustifichi il motivo per cui ci è stato proibito di entrare nel paese» ha detto lo spagnolo Esteban González Pons, che guidava la delegazione, in un video girato all’aeroporto di Caracas. Con lui viaggiavano Gabriel Mato Adrover, Esther de Lange, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra e Juan Salafranca. Gli eurodeputati, che successivamente sono stati imbarcati su un aereo diretto a Madrid, intedevano incontrare Guaidó, prima del 23 febbraio, data stabilita per l’ingresso di aiuti umanitari.

Da parte sua il ministro degli esteri venezuelano, Jorge Arreaza, ha sottolineato attraverso i social network che «per vie ufficiali diplomatiche le autorità venezuelane avevano notificato giorni fa al gruppo di eurodeputati, che pretendeva di visitare il paese con fini cospirativi, che non sarebbero stati fatti entrare, con un invito a desistere ed evitare così un’altra provocazione».

«La delegazione di deputati europei invitati dal Venezuela viene espulsa da un regime sempre più isolato e irrazionale», ha commentato Guaidó attraverso il suo account Twitter, avvertendo che eserciterà «tutte le pressioni necessarie per raggiungere la fine dell’usurpazione». Il leader dell’opposizione ha inoltre ringraziato il senatore degli Stati Uniti, Marco Rubio, per il sostegno «allo sforzo di ottenere aiuti umanitari» che sabato dovrebbero entrare in territorio venezuelano.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

07 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE