Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Formazione e informazione

· Iniziative della Guardia Svizzera Pontificia ·

Ventidue giovani, di età compresa tra i 17 e i 20 anni, provenienti da tutta la Confederazione Elvetica, hanno visitato per una settimana, dal 6 al 10 ottobre, il quartiere della Guardia Svizzera Pontificia, incontrando ufficiali e militi.

La visita si inserisce nell’iniziativa che ormai da molti anni viene promossa per far conoscere la vita quotidiana delle guardie del Papa. Si tratta della settimana dell’informazione, che permette ai giovani svizzeri di partecipare attivamente alla vita delle guardie e di confrontarsi con loro sul servizio quotidiano da svolgere. In questo modo, essi hanno la possibilità di farsi un’idea sui molteplici compiti che li attendono e comprendere quali siano i requisiti necessari per diventare una guardia.

Nel tour romano, i giovani sono stati accompagnati da don Ruedi Heim, parroco di una parrocchia in Berna, e da Bernhard Messmer, responsabile per l’informazione e il reclutamento della Guardia in Svizzera. Vista la notevole partecipazione, è stata programmata un’altra settimana d’informazione straordinaria, che si svolgerà dal 14 al 18 aprile 2020.

Sempre nell’ambito del reclutamento, dal 1° ottobre, 14 giovani hanno già iniziato la loro formazione all’interno del Corpo pontificio. Durante le prime tre settimane hanno modo di conoscere gli ambienti di servizio. Frequentano poi i corsi di italiano per i giovani provenienti dai cantoni di lingua francese e tedesca. In questo periodo, apprendono ad avere dimestichezza con le persone e con i luoghi in cui svolgeranno il loro servizio, e ricevono una specifica formazione militare. Terminato il primo periodo in Vaticano, le reclute si trasferiscono in Svizzera, alla piazza d’armi di Isone, dove per quattro settimane vengono istruite alle tecniche di sicurezza e tattica presso la polizia cantonale del Canton Ticino. Devono studiare materie specifiche come: elementi di psicologia, diritto, formazione antincendio, tecniche di pronto soccorso, tiro e sicurezza personale, comportamento tattico e sport. Il 18 novembre rientrano in Vaticano e concludono la loro formazione. La data prevista per l’inizio del loro servizio operativo è il 1° dicembre.

Per far conoscere sempre di più l’attività quotidiana del Corpo pontificio, domenica 27 ottobre, due guardie in uniforme sono state presenti nello stand 52 del Pratteln professional exhibition, l’evento che si svolge nel Cantone di Basilea. Sabato 26, presso la Galerie Beyeler di Pratteln, è stata inaugurata la Mostra dei mestieri sulla Guardia Svizzera Pontificia. Tra le particolarità esposte, oltre ad alcuni pezzi esclusivi provenienti dall’armeria del Corpo, anche una papamobile.

Nell’ambito delle iniziative per il reclutamento di giovani, per la prima volta la Guardia è presente con un suo stand alla fiera della formazione della Svizzera centrale (Zebi), che si svolge da giovedì 7 a domenica 10 novembre, a Lucerna. Due militi prestano servizio in divisa, accanto allo stand della polizia di Lucerna, per presentare la missione del Corpo e rispondere alle domande dei visitatori.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE