Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Faccia a faccia con il Signore

· I funerali di Raffaele Alessandrini ·

«Questo momento per noi oscuro è per lui un momento illuminato: Raffaele è andato a incontrare il Signore faccia a faccia». È stato questo il cuore dell’omelia che nella tarda mattinata del 1° agosto don Giorgio Alessandrini ha tenuto ai funerali del fratello più giovane, il nostro amico e collega morto a sessant’anni la sera del 30 luglio. Il rito funebre è stato celebrato a Roma, nella piccola chiesa di San Fulgenzio, dove il parroco nel 1983 aveva benedetto le nozze del fratello Raffaele con Elide Parisi: «Qui vi siete detti sì e ve lo siete detti sino alla fine» ha ricordato don Giorgio, evocando il segno costituito dal modo in cui Raffaele ha sostenuto la sofferenza nelle ultime settimane.
Con il parroco hanno concelebrato il nostro direttore generale, don Sergio Pellini, il suo predecessore don Elio Torrigiani, padre Arturo Gutiérrez, incaricato dell’edizione settimanale in lingua spagnola, il nostro antico collega padre Gianfranco Grieco e padre Egidio Picucci, nostro collaboratore. Accanto a Elide — alla quale il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato, ha indirizzato un telegramma di cordoglio a nome di Benedetto XVI — e accanto alla figlia Miriam con i familiari, hanno partecipato al rito, tra gli altri, il vescovo ausiliare di Roma, Matteo Zuppi, il ministro italiano per la Cooperazione internazionale e l’integrazione Andrea Riccardi, il vicesegretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri Federico Silvio Toniato, il sottosegretario del Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali Angelo Scelzo, già vicedirettore del nostro giornale, don Giuseppe Costa, direttore della Libreria editrice vaticana, Antonio Maggiotto, direttore commerciale della Tipografia vaticana, e numerosissimi colleghi, tra i quali il vicedirettore e il direttore del nostro giornale. Il rito delle esequie si è poi svolto nel pomeriggio al cimitero di Recanati, dove Raffaele riposa ora accanto alla madre Giuseppina Celani, al padre Federico e al fratello maggiore Ludovico.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

13 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE