Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Europa progetto da migliorare

· I rappresentanti delle Chiese ortodosse a Bruxelles sui temi delle prossime elezioni ·

L’Unione europea non è, e non deve essere, un’istituzione basata sulla salvaguardia degli interessi economici. È piuttosto un’importante realtà chiamata a realizzare le aspirazioni di centinaia di milioni di persone che, nei vari Paesi, intendono contribuire, con sicurezza, al raggiungimento della giustizia sociale e di una vita più degna.

È quanto, in estrema sintesi, afferma il Comitato dei rappresentanti delle Chiese ortodosse presso l’Unione europea in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo. Il Comitato — del quale fanno parte rappresentanti del patriarcato ecumenico, del patriarcato di Mosca, del patriarcato di Romania e delle Chiese ortodosse di Cipro e di Grecia — si è riunito nei giorni scorsi a Bruxelles e ha diffuso una dichiarazione in cui si sottolinea in primo luogo l’importanza della partecipazione al voto e alla costruzione del progetto europeo: «Tutti condividono la responsabilità per la costruzione e lo sviluppo delle istituzioni con ogni mezzo socialmente, economicamente ed ecologicamente sostenibile». In particolare, «i cristiani sono invitati a prendere parte attiva alle elezioni e, quindi, a contribuire al miglioramento del progetto europeo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE