Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Errori
da non commettere

· Appello della Chiesa greco-cattolica ucraina in vista delle elezioni presidenziali ·

Il 31 marzo si vota in Ucraina per eleggere il presidente della Repubblica e anche la Chiesa greco-cattolica è mobilitata per chiedere, in particolare ai fedeli, saggezza nella scelta dei candidati. Il sinodo giorni fa ha pubblicato una specie di “decalogo del cittadino responsabile e del politico cristiano” che sarà letto in tutte le parrocchie. Si tratta innanzitutto di un invito ad andare a votare perché non farlo sarebbe segno di «indifferenza nei confronti di tutta la società». Contiene poi indicazioni delle principali caratteristiche che dovrebbe avere un candidato per essere votato: osservare i valori cristiani nelle proprie attività politiche; partecipare alla stesura di leggi giuste; condannare senza compromessi la corruzione; non abusare del potere guidato da motivi egoistici; non cercare di soddisfare interessi privati o aziendali di qualcuno a scapito del bene comune.

«Il disinteresse e l’inerzia — avvertono i vescovi — sono manifestazione di indifferenza, egoismo, pigrizia e, quindi, sono peccati. La partecipazione alla vita politica dello stato è, allo stesso tempo, coerente al comandamento evangelico dell’amore per il prossimo. La deliberata elusione in questo caso dalla partecipazione alle elezioni è una manifestazione di indifferenza non solo per i candidati agli organismi del potere, ma anche nei confronti di tutta la società». Non bisogna dimenticarsi, aggiungono, che «ogni cittadino deve rispettare l’opinione e la decisione di un altro e non deve rimanere in disparte» se «diventa testimone di corruzione e manipolazione o di schemi illegali che vanificano elezioni oneste e giuste».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

08 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE