Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Erdoğan e le condoglianze agli armeni

· Alla vigilia del novantesimo anniversario della tragedia ·

Il primo ministro turco, Recep Tayyip Erdoğan, ha presentato le «condoglianze» ai discendenti delle centinaia di migliaia di civili armeni uccisi tra il 1915 e il 1917, parlando di un «dolore comune di tutti noi».

È la prima volta che un alto rappresentante del Governo della Turchia si esprime sulla vicenda, che per lunghi anni ha avvelenato i rapporti diplomatici con l’Armenia. In un comunicato diffuso ieri alla vigilia del novantanovesimo anniversario dell’inizio di tali avvenimenti, Erdoğan si è rivolto ai «discendenti degli armeni uccisi durante la prima guerra mondiale», offrendo la prima vera apertura dell’Esecutivo di Ankara sull’eccidio perpetrato contro le popolazioni armene.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

07 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE