Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Erasmo il torinese

Nella ricorrenza del sessantesimo anniversario della firma del gemellaggio tra le città erasmiane di Torino e Rotterdam (1958-2018), la città italiana dove il grande umanista si laureò nel 1506 e il Centro europeo di studi umanistici Erasmo da Rotterdam di Torino celebreranno la ricorrenza con una cerimonia cittadina in cui sarà presentata la collana di testi patristici e umanistici Corona Patrum Erasmiana, intitolata all’umanista fiammingo e pubblicata dalla casa editrice Loescher. Il prossimo 23 maggio, presso l’Auditorium Vivaldi della Biblioteca nazionale di Torino, Adrianus van Luyn, vescovo emerito di Rotterdam, terrà una relazione su «Un dialogo sui Segni dei tempi: carteggio tra Erasmo da Rotterdam e Adriano VI da Utrecht». La nuova impresa editoriale vuole favorire la costituzione di un omogeneo corpus di testi e divulgare la conoscenza del ricchissimo patrimonio letterario del classicismo cristiano nato dall’opera dei Padri della Chiesa e compiutamente realizzato dagli umanisti in seno alla viva tradizione culturale dell'Occidente europeo; l’obiettivo è salvare dall’oblio parte del catalogo di una gloriosa collezione di testi patristici, la Corona Patrum, già inaugurata per i tipi della casa editrice Sei, riproponendone in veste tipografica ancora più elegante alcuni dei migliori volumi finora editati. Il corpus sarà articolato in due sottocollane, Series Patristica e Series Humanistica.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

28 maggio 2018

NOTIZIE CORRELATE