Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Equipaggiamento per sacerdoti

· ​Si apre a San Giovanni in Laterano il terzo ritiro mondiale ·

All’invito «Chiamati alla santità per una nuova evangelizzazione», sul filo conduttore dell’Evangelii gaudium, vescovi e presbiteri provenienti da una novantina di Paesi del mondo daranno vita dal 10 al 14 giugno a Roma, nella basilica di San Giovanni in Laterano, al terzo ritiro mondiale dei sacerdoti organizzato dall’International Catholic Charismatic Renewal Services (Iccrs), principale struttura di coordinamento e di servizio del Rinnovamento carismatico cattolico nel mondo, e dalla Catholic Fraternity of Charismatic Covenant Communities and Fellowships.

Daniel Bonnell«La luna, la colomba e la lavanda dei piedi» (2000)

Il programma dell’incontro — al quale parteciperanno, fra gli altri, i cardinali Ryłko, Turkson, Stella e Vallini, che presiederà domenica 14 la celebrazione conclusiva — culminerà nell’incontro con Papa Francesco, nel pomeriggio di venerdì 12, solennità del Sacro Cuore di Gesù. Il Pontefice terrà una riflessione su «Trasformati dall’amore e per l’amore» e, dopo un tempo di dialogo con i sacerdoti, celebrerà l’Eucaristia e consegnerà ai partecipanti il mandato missionario.

Scopo del raduno, che segue ai due precedenti ritiri mondiali del 1986 e del 1990 è «quello di dare la possibilità ai preti di essere rinvigoriti e rinnovati nel potere dello Spirito Santo» spiega la presidente dell’Iccrs, Michelle Moran. In questo modo, aggiunge, «saranno più compiutamente equipaggiati e rafforzati per il loro ministero e il loro ruolo pastorale nella Chiesa». Si tratta di «un contributo — le fa eco il cappuccino Raniero Cantalamessa predicatore delle Casa pontificia, che terrà la riflessione introduttiva sulla Evangelii gaudium — che il Rinnovamento carismatico cattolico si propone di dare alla spiritualità sacerdotale. Il contributo essenziale consiste nel condividere la scoperta gioiosa dello Spirito e dei suoi carismi». Il ritrovarsi insieme da tante parti del mondo, spiega, «permette di fare l’esperienza del carisma sacerdotale»; e «il fatto di farlo a Roma mette in evidenza l’unità del sacerdozio cattolico e il suo profondo legame con il successore di Pietro».

di Gianluigi D’Amore

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE