Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Emmaus e la luce gentile

· Verso il Sinodo sulla famiglia ·

«Conducimi, Luce gentile, attraverso il buio che mi circonda»: nella celebre preghiera del beato John Henry Newman si ritrova, secondo il cardinale Lorenzo Baldisseri, il senso del periodo che sta vivendo la Chiesa in cammino tra l’assemblea straordinaria e quella ordinaria del Sinodo sulla famiglia. 

«Un cammino lungo e a volte faticoso» durante il quale si potrà avere «l’impressione di non vederci chiaro», ma nel quale scopriremo ancora una volta «che la nostra fiducia nel Signore è ben riposta, perché lui è nostro compagno di cammino».

Prosegue così il lavoro del segretario generale del Sinodo dei vescovi, che dallo scorso ottobre, a conclusione dell’assemblea straordinaria, è impegnato a far meglio conoscere come i vescovi si sono confrontati sulle sfide pastorali relative alla famiglia e come utilizzare i lineamenta e le 46 domande che sono state affidate alle diocesi di tutto il mondo. Lo ha fatto anche in due recenti occasioni. Il porporato ha partecipato a Sacrofano, vicino a Roma, al quinto «convegno teologico pastorale di mistero grande», nel quale si discuteva di matrimonio e di vita di coppia all’interno della Chiesa, ed è poi tornato sull’argomento a Palermo, parlando alla Conferenza episcopale siciliana riunita per la sessione invernale.

Filo conduttore degli interventi del cardinale Baldisseri è quello del «cammino insieme». L’obiettivo finale — «arrivare a proclamare la verità della famiglia nel contesto attuale» e giungere a dire «una parola di verità e di speranza» che incida concretamente nella vita quotidiana delle persone — porta con sé molte difficoltà, emerse con chiarezza dal confronto portato avanti durante l’assemblea straordinaria; ma come per i discepoli di Emmaus, «Gesù si affianca a noi e ci accompagna».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE