Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Eloquenza della luce

· ​La dolce sovranità della Parola ·

Dal 4 al 6 giugno si terrà presso il Monastero di Bose a Magnano, in provincia di Biella, il XIII Convegno liturgico internazionale organizzato dalla comunità monastica e dall’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza episcopale italiana in collaborazione con il Consiglio nazionale degli architetti. 

Tadao Ando, Chiesa della Luce (Osaka, 1989)

«L’architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico dei volumi assemblati nella luce». Da questa celebre frase di Le Corbusier prendono le mosse i lavori che saranno incentrati sul tema «Architetture della luce. Arte, spazi, liturgia». Nell’architettura e nell’azione liturgica la luce è materia e simbolo, al contempo realtà plasmata e plasmante, sottolineano gli organizzatori. Nell’ideare e dare forma agli edifici di culto architetti e artisti hanno il duplice compito di immaginare e concepire la luce tra funzione ed estetica, ciclo naturale e illuminazione artificiale. Jean-Pierre Sonnet, nella relazione della quale anticipiamo uno stralcio parte dalle parole di Qoelet 11, 7: «Dolce è la luce e bello è per gli occhi vedere il sole»: parole che non potrebbero offrirci una formulazione migliore: la luce è un bene sensibile, un bene visibile; si trova a casa sua nello spazio; dipende dalla percezione visiva e da una fenomenologia del visibile; è votata alle arti dello spazio. Andrea Dall’Asta sottolinea invece che senza luce, la realtà apparirebbe indistinta, avvolta nelle tenebre, in-forme. La luce rinvia a un tema centrale dell’architettura cristiana. È infatti simbolo della presenza del divino che illumina e dà senso al nostro mondo, alla vita dell’uomo. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE