Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ai ballottaggi centrodestra e centrosinistra

· Calo di votanti nelle elezioni comunali in Italia ·

Nove milioni di persone sono state chiamate alle urne ieri in Italia per le elezioni comunali per il rinnovo di 1004 amministrazioni. Interessati anche quattro capoluoghi di regione: Palermo, Genova, Catanzaro e L’Aquila. L’affluenza è stata intorno al sessanta per cento degli aventi diritto, in discesa di oltre il sei per cento rispetto alla tornata precedente. 

Un momento delle votazioni per le comunali in un seggio a Genova (Ansa)

In gran parte delle città la sfida al ballottaggio, che si terrà il 25 giugno, sarà tra centrodestra e centrosinistra. Un'eccezione è rappresentata da Parma dove Federico Pizzarotti, primo sindaco del Movimento 5 Stelle (M5s) in una grande città, uscito dal movimento, ha conquistato il ballottaggio con la sua lista civica.
Secondo i dati su base nazionale, a centrosinistra e centrodestra dovrebbero andare oltre 20 dei 26 capoluoghi di provincia. Pochissime le vittorie al primo turno. Il centrosinistra, quando lo scrutinio è ancora in corso, ha confermato al primo turno i sindaci di Palermo, Leoluca Orlando, e di Cuneo, Federico Borgna. In altri 18 capoluoghi andrà al ballottaggio. Si tratta di Genova, Taranto, Monza, Piacenza, La Spezia, Alessandria, Lucca, Como, L’Aquila, Rieti, Lodi, Oristano, Padova, Lecce, Catanzaro, Parma, Pistoia, Carrara.
Il centrodestra conferma al primo turno il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani. Andrà sicuramente al ballottaggio in 18 capoluoghi: Genova, Taranto, Monza, Piacenza, La Spezia, Alessandria, Pistoia, Lucca, Como, Asti, L’Aquila, Rieti, Lodi, Oristano, Verona, Padova, Lecce, Catanzaro. Il sindaco di Belluno scaturirà da un ballottaggio tra due candidati sostenuti entrambi da liste civiche. A Verona la sfida sarà tra centrodestra e il movimento Fare. La carica di sindaco di Carrara sarà contesa tra centrosinistra e M5s.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE