Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Ecco l’Origene ritrovato

· In anteprima alcuni brani delle omelie inedite del teologo e predicatore alessandrino scoperte in un codice della Bayerische Staatsbibliothek di Monaco ·

Nell’«Osservatore Romano» dello scorso 13 giugno abbiamo annunciato la straordinaria scoperta  fatta dalla ricercatrice italiana Marina Molin Pradel nella Bayerische Staatsbibliothek di Monaco: l’individuazione di 29 omelie inedite, in lingua originale attribuibili con certezza al grande intellettuale cristiano Origene. I preziosi testi sono contenuti in un codice bizantino dell’xi secolo, il Monacense greco 314. Oggi per la prima volta possiamo pubblicarne — nella traduzione del filologo Lorenzo Perrone che dirigerà l’edizione critica delle omelie origeniane — alcuni significativi stralci.

Lo stesso Perrone, che lunedì 25 giugno, presenterà in un seminario organizzato dall'università di Padova, i primi risultati dei suoi studi sulle omelie dell'Alessandrino, spiega che molte sono state le riscoperte di Origene nel corso di una millenaria ricezione che ha alternato fortune e sfortune, dando luogo ad aspri dibattiti e condanne non meno che a entusiasmi rinnovati e a una duratura e pervasiva influenza nella storia del pensiero cristiano, ora più scoperta ora più indiretta e velata.

Questa storia ricca e travagliata è sempre stata accompagnata dall’incontro con i testi di Origene, sebbene solo in piccola parte per il tramite degli originali greci. Proprio per questo il ritrovamento delle omelie nella stesura originale è di eccezionale importanza: “Non solo si tratta del primo ritrovamento di scritti dell’Alessandrino da più di sessant’anni, ma il suo carattere eccezionale è confermato anche dal fatto che arricchisce la nostra conoscenza non solo più in generale di Origene esegeta e predicatore, ma soprattutto del commentatore del libro dei Salmi”.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE