Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

È tempo
di farsi nuovi amici

· L’InterFaith Week nel Regno Unito ·

«Costruire buone relazioni e lavorare insieme tra uomini e donne di religioni diverse»: questo lo spirito che ha animato la Settimana del dialogo tra le religioni nel Regno Unito che quest’anno si è tenuta dal 12 al 19 novembre. L’avvenimento viene celebrato dal 2004 in Scozia, dal 2009 in Inghilterra e Galles e dal 2010 in tutto il Regno Unito, dopo che le comunità religiose dell’Irlanda del Nord, in quell’anno, presero la decisione di partecipare alla settimana, pensata per favorire una sempre migliore conoscenza tra le fedi presenti in Gran Bretagna.
Con l’iniziativa si voleva infatti «rafforzare le buone relazioni tra le religioni a tutti i livelli, con il superamento dei pregiudizi che hanno impedito a lungo il dialogo interreligioso, far conoscere il contributo offerto dalle religioni alla società inglese, in particolare nella costruzione dell’armonia sociale, e creare nuovi rapporti tra i culti e gli ambienti della società più lontani dalla religione».
Le molteplici iniziative, oltre seicento, che in tanti luoghi diversi hanno animato anche quest’anno l’InterFaith Week, sono state promosse «per porre l’attenzione su come le singole religioni vivono la spiritualità, le arti, la musica, la memoria, l’educazione, l’assistenza sanitaria, il rapporto con la creazione»¸ secondo quanto si legge nel sussidio di presentazione della Settimana, preparato dall’Interfaith Network for United Kingdom, che opera per il dialogo interreligioso fin dalla sua fondazione, nel 1987.
L’evento è stato aperto da una cerimonia pubblica a Birmingham, venerdì 10 novembre: si sono svolti visite ai luoghi di culto, spesso accompagnate da momenti di convivialità, percorsi di approfondimento nelle scuole sul passato e sul presente delle religioni, incontri sul rinnovato impegno dei fedeli rivolto a politiche economiche rispettose dell’ambiente, con una serie di gesti concreti con i quali testimoniare la profonda sintonia su questo tema tra le diverse religioni

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE