Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

È tempo di decisioni

· La «Laudato si’» e il magistero sociale ·

«I prossimi dieci mesi — con la conferenza di Addis Abeba sul finanziamento dello sviluppo, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite e la conferenza di Parigi sul cambiamento climatico — saranno cruciali per le decisioni da prendere riguardo lo sviluppo internazionale, la prosperità umana e la cura per la casa comune che chiamiamo pianeta Terra; e la questione fondamentale è, per usare un’espressione di Benedetto XVI, il “tenore morale della società” e una conversione ecologica. In questo la Chiesa ha un ruolo da giocare».

Facendo propria la considerazione di Papa Francesco che «la realtà è più importante delle idee», il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson è molto diretto e concreto nello spronare tutti — i singoli cittadini, ma soprattutto governi e comunità internazionale — a non girarsi dall’altra parte, a «cambiare rotta» e a prendersi in caro la responsabilità della «cura della nostra casa comune».

Il presidente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace è intervenuto all’apertura della conferenza di alto livello «Le persone e il pianeta al primo posto: l’imperativo di cambiare rotta» in corso a Roma (all’Augustinianum il 2 e il 3 luglio) per iniziativa dello stesso dicastero vaticano e della International Alliance of Catholic Development Organisations (Cidse).

Un richiamo che dà voce al forte appello dell’enciclica di Papa Francesco, la Laudato si’, che il porporato è stato chiamato a commentare in questo convegno. Il Pontefice, ha detto il cardinale Turkson, «sollecita ognuno di noi a una “conversione ecologica”» nutrendo la speranza che sia possibile «cambiare direzione» e incoraggiando un «dibattito aperto e onesto».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE