Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

È ora di scegliere
tra collasso e stabilità

· Già consumate le risorse annuali della Terra ·

Sempre più in anticipo: per l’esattezza cinque giorni rispetto all’anno scorso. Oggi, infatti, l’umanità esaurirà le risorse che la natura mette a disposizione per tutto l’anno. Si tratta del giorno del sovrasfruttamento della Terra (Earth Overshoot Day): tutto quello che consumeremo a partire da domani supererà le risorse che il pianeta può rigenerare.

A calcolare l’inarrestabile corsa è il Global Footprint Network, che ogni anno misura il consumo delle risorse disponibili, sottolineando che la data limite nel 2000 cadeva a fine settembre.
Di fatto è la certificazione che emettiamo più anidride carbonica nell’atmosfera di quanto gli oceani e le foreste siano in grado di assorbire e deprediamo le zone di pesca e le foreste più velocemente di quanto possano ricostituirsi. Le emissioni di carbonio costituiscono la componente del sovrasfruttamento ecologico che sta crescendo più velocemente: l’impronta dovuta al carbonio (carbon footprint) genera il 60 per cento della domanda di risorse naturali da parte dell’umanità (impronta ecologica).

Per rispettare gli obiettivi dall’accordo di Parigi adottato da quasi 200 Paesi nel dicembre 2015, l’impronta delle emissioni di carbonio dovrà calare gradualmente fin quasi a zero entro il 2050. Ciò richiede un nuovo modo di vivere, impegnativo, ma non irrealizzabile, secondo Mathis Wackernagel, co-fondatore e Ceo di Global Footprint Network. «La buona notizia — osserva infatti — è che tutto ciò è attuabile con le tecnologie disponibili ed è economicamente vantaggioso dato che i benefici complessivi sono superiori ai costi. L’unica risorsa di cui abbiamo più bisogno è la volontà politica».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2017

Prossimi eventi

NOTIZIE CORRELATE