Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

È Gesù che dà la forza

· In un libro le parole del cardinale Bergoglio ai ragazzi della cresima ·

«Gesù non ti obbliga a essere cristiano. Ma se tu dici che sei cristiano devi credere che Gesù ha tutta la forza — l’unico che ha la forza — per rinnovare il mondo, per rinnovare la tua vita, per rinnovare la tua famiglia, per rinnovare la comunità, per rinnovare tutti». Parola di Jorge Mario Bergoglio. Il cardinale arcivescovo di Buenos Aires  così si rivolgeva   — era  il 18 febbraio 2012 — a un nutrito  gruppo di giovani cresimandi riuniti nella basilica romana di San Lorenzo fuori le Mura. Le parole di “padre” Bergoglio — come familiarmente veniva spesso   chiamato prima di diventare  Vescovo di Roma   — si presentano,  come sempre, semplici, profonde  e dirette. Capaci soprattutto di coinvolgere e appassionare. «Non siete finti, cristiani solo a parole. Siete cristiani con la parola, con il cuore, con le mani. Sentite come cristiani, parlate come cristiani e fate opera di cristiani. Ma voi soli non potreste farlo. È Gesù che vi darà questo spirito, vi darà la forza di rinnovare tutto: non voi, ma Lui in voi».  Questo brano, insieme a uno stralcio tratto  da un’altra omelia pronunciata sempre dal cardinale  Bergoglio il 4 giugno 2006, e sempre nella stessa basilica di fronte a un altro gruppo di cresimandi preparati da don Giacomo Tantardini, amico e discepolo di don Giussani, costituisce l’ossatura di un bel libro per ragazzi. Volumetto in cui, con chiarezza e semplicità, vengono spiegati  valore e significato del sacramento della Confermazione (Gesù vi dà la forza. Le parole del cardinale Jorge Mario Bergoglio ai ragazzi che ricevono il Sacramento della Confermazione, Sesto Ulteriano - San Giuliano Milanese, Piccola Casa Editrice, 2013, pagine 48, euro 12).

Passaggio cruciale quello della cresima, perché sempre più spesso l’amministrazione di questo sacramento invece che segnare l’avvio di un cammino di fede ancora più pieno e consapevole, si traduce nell’arrivederci, e perfino nell’addio, alla vita cristiana. In questa prospettiva, nel libro — arricchito, com’è consuetudine della collana, dalle illustrazioni di Franco Vignazia — gli stralci di queste  due omelie sono intervallati  dalle parole di saluto che Papa Francesco ha rivolto in una delle sue prime udienze generali (3 aprile 2013) ai ragazzi  cresimandi della diocesi di Milano, guidati dal loro arcivescovo, il cardinale Angelo Scola.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE