Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

È del Vangelo
avvicinare le persone

· Il vescovo di Temuco sul suo ruolo al tavolo di dialogo creato in Cile per l’Araucanía ·

Temuco, 16. «Il ruolo che ho in questo momento, e quello della Chiesa cattolica, è solo di essere un facilitatore di dialogo all’interno e all’esterno del tavolo di confronto. Niente di più».

Il vescovo di Temuco, Héctor Eduardo Vargas Bastidas, attraverso alcune dichiarazioni rilasciate all’agenzia Fides, precisa la sua funzione di rappresentante cattolico al tavolo di dialogo organizzato dal Governo cileno per affrontare il conflitto legato alla popolazione mapuche residente nella regione di Araucanía, della quale Temuco è capoluogo. Il presule, sottolineando «l’unità» che sta caratterizzando le prime riunioni di questo organismo, ha aggiunto che «questo è un ruolo che la Chiesa non può rifiutare. È del Vangelo cercare di avvicinare le persone, le posizioni, creare momenti di incontro e riunione. Ecco il perché del nostro impegno».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE