Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Duro colpo ad Al Qaeda nello Yemen

· Il leader dell’organizzazione terroristica ucciso nella regione di Hasdramount ·

Doppio colpo al terrorismo internazionale da parte degli Stati Uniti: dopo Mokhtar Belmokhtar, leader di Al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqim) che sarebbe stato ucciso in Libia, le forze statunitensi avrebbero colpito nello Yemen il capo di Al Qaeda nella penisola araba (Aqap). 

Macerie a Sana’a colpita dai bombardamenti (Reuters)

Si tratta di Nasser Al Wahayshi, definito il numero due e successore designato di Ayman Al Zawahri, erede di Osama bin Laden. Come nel caso di Belmokhtar, il Pentagono ancora non conferma. Alcune fonti negano anche che le forze statunitensi abbiano compiuto di recente raid del genere nello Yemen, ma affermano che stanno valutando le informazioni secondo cui il leader terrorista sarebbe stato ucciso. Secondo alcuni, il raid potrebbe essere stato compiuto dalla Cia. La notizia arriva da due funzionari della sicurezza yemenita, che l’hanno riferita all’emittente statunitense affermando che l’azione è stato compiuta con un drone nella remota regione yemenita di Hasdramount. E la cosa, aggiunge la Cnn, sarebbe confermata dal fatto che la morte di Al Wahayshi è stata annunciata da un gruppo jihadista che ha al tempo stesso reso noto che al suo posto è stato nominato un altro comandante militare, Qasm Al Raymi. Al Wahayshi aveva pubblicamente sfidato gli Stati Uniti un anno fa, quando nel corso di un maxiraduno jihadista nello Yemen aveva rivendicato la sua «lotta all’America».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE