Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Due donne indiane entrano
nel tempio proibito

· Violente proteste nel Kerala ·

Le due donne indiane, al centro, scortate dalla polizia (Reuters)

Due indiane sono entrate eri nel tempio “proibito” di Sabarimala, nello stato meridionale del Kerala, uno dei luoghi più sacri dell’induismo, dove da mesi si protesta proprio contro il divieto alle donne di accedere ai luoghi di culto. Lo riporta la Bcc, secondo la quale Bindu Ammini, 40 anni, e Kanaka Durga, 39 anni, sono riuscite a entrare a Sabarimala.
Il gesto — altamente simbolico — è giunto al culmine delle proteste nello stato indiano contro la mancata applicazione di una sentenza della corte suprema che apriva le porte del tempio a tutte le donne, comprese quelle «in età fertile» (stabilita tra i dieci e i cinquant’anni), bandite da un secolare divieto. Il sito sorge in cima a una collina, nel parco delle tigri di Periyar e ogni anno milioni di devoti percorrono il tragitto scalzi. Per arrivare al tempio di Sabarimala bisogna salire 18 scalini, un atto sacro che si può compiere solo dopo 41 giorni di digiuno. Bindu e Amini hanno invece deciso di non percorrere la scalinata, per non attirare l’attenzione dei religiosi tradizionalisti. L’ingresso nel tempio delle due donne ha però scatenato diverse proteste in tutto il Kerala, con la polizia che ha dovuto usare gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti. I disordini più violenti hanno avuto luogo davanti al parlamento a Thiruvananthapuram, con focolai di proteste anche in altre città dello stato meridionale. E nelle violenze seguite al gesto delle due donne, è morta una persona, un militante del Bharatiya Janata Party, il partito nazionalista indù del premier, Narendra Modi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE