Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dove vince
la cultura del profitto

· Il cardinale arcivescovo di Boston sul traffico di organi legato alle attività abortive ·

Boston, 3. Pratiche che «negano il rispetto dovuto all’umanità e alla dignità della vita umana»: nel dibattito sorto negli Stati Uniti a seguito della diffusione di una serie di video che dimostrano come «Planned Parenthood» svolgesse attraverso le sue organizzazioni nazionali pratiche abortive illegali e commercializzasse parti di feti umani, si inserisce anche l’intervento del cardinale Sean Patrick O’Malley, arcivescovo di Boston e presidente del Comitato delle attività pro vita della Conferenza episcopale statunitense. Citando Papa Francesco, il porporato ha spiegato che «l’aborto è il prodotto di una mentalità del profitto, di una cultura dell’usa e getta che, attualmente, hanno schiavizzato i cuori e le menti di tante persone». Secondo O’Malley — la cui dichiarazione è stata diffusa sul sito in rete dell’episcopato e ripresa da numerose agenzie di stampa — i recenti casi di cronaca richiamano l’attenzione «su due temi di ampia portata» che coinvolgono anche le istituzioni della società: l’aborto, definito «un attacco diretto alla vita umana nella sua condizione più vulnerabile», e la pratica, «ormai standard», di ottenere tessuti e organi fetali tramite l’aborto. Entrambe queste pratiche, ribadisce, non rispettano l’umanità e la dignità della vita umana. Diversi Stati e anche il Congresso degli Stati Uniti hanno annunciato inchieste su «Planned Parenthood», considerata — riferisce l’Aica — la “multinazionale dell’aborto” più grande del mondo, che riceve più di mezzo milione di dollari all’anno di finanziamento pubblico attraverso le tasse.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE