Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dove naufraga l’Europa

· Decine di migranti bloccati sugli scogli a Ventimiglia mentre si celebra la giornata mondiale del rifugiato ·

Centossettanta migranti e profughi restano sugli scogli di Ventimiglia, decisi a non spostarsi finché non avranno accesso in Francia. Ma la situazione alla frontiera non cambia.

La gendarmeria continua a impedire gli ingressi, mentre diverse persone che erano riuscite a raggiungere — si ignora quando — il territorio francese sono state rimandate in Italia. Tra di loro ci sono anche alcuni minori non accompagnati, per i quali dovrebbero valere particolari tutele internazionali.

Nel frattempo, in attesa del Consiglio europeo della prossima settimana chiamato a pronunciarsi sulle misure proposte dalla Commissione europea — a partire dalle quote di accoglienza per ciascun Paese — le posizioni dei diversi Governi restano distanti. L’unica intesa c’è stata, finora, sul varo di una missione navale contro gli scafisti. La approveranno lunedì i ministri degli Esteri, dopo che i rappresentanti permanenti dei 28 Paesi dell’Ue, riuniti nel Comitato politico e di sicurezza, hanno definito il piano operativo, le regole di ingaggio e gli impegni degli Stati membri per fornire navi, aerei, elicotteri, droni, soldati. Per ora, la missione potrà essenzialmente solo raccogliere informazioni e, comunque, dovrà operare in acque internazionali. Per eventuali interventi in acque territoriali di altri Paesi — a partire dalla Libia, principale punto di partenza dei barconi — sarebbe infatti necessaria una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

In questo scenario l’Europa, come il resto del mondo, celebra oggi la giornata del rifugiato.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE