Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Cuore del Brasile

· Il cardinale Re ad Aparecida ·

Per capire il popolo brasiliano bisogna conosce Aparecida. È con questa certezza che, come inviato del Papa, il cardinale Giovani Battista Re ha lanciato un forte appello a ripartire da Cristo, prendendolo a misura di tutto affidandosi con fiducia alla Madonna patrona del Brasile. E lo ha fatto, giovedì 12 ottobre, nella messa conclusiva delle celebrazioni del terzo centenario del ritrovamento dell’immagine di Nostra Signora Aparecida.

Interno del santuario di Aparecida

Papa Francesco, ha subito confidato il cardinale nell’omelia, «conserva nel cuore un grande ricordo di questo santuario: egli è spiritualmente qui con noi col pensiero, col cuore, con la sua preghiera e con la sua benedizione». Ed è proprio a nome del Pontefice che il cardinale Re ha rivolto un saluto del tutto particolare alle famiglie brasiliane, «invocando per tutti la protezione della Madonna».

Proprio «in questo santuario mariano — ha affermato il cardinale Re — batte il cuore cattolico del Brasile. L’amore e la devozione alla Madonna fanno parte della cultura latino americana e sono un elemento caratteristico della religiosità del popolo brasiliano». «In questa nostra epoca dell’elettronica e dei computer, delle conquiste spaziali e dei satelliti, nel momento in cui la scienza e la tecnica hanno raggiunto traguardi sempre più elevati – ha detto – il mondo rischia di diventare meno umano». E «il popolo cristiano sente il bisogno di un rinnovato fervore mariano per un recupero dei valori che contano, per un avvenire più giusto, più umano e più cristiano. Senza i valori morali e spirituali il futuro del Brasile non sarà migliore». E così, ha affermato l’inviato del Papa, «mentre da un lato sperimentiamo un permissivismo strisciante, dall’altro lato sentiamo sempre di più il bisogno dell’aiuto della Madonna».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Presentazione Della Giornata Missionaria Mondiale

19 ottobre 2017

Prossimi eventi

NOTIZIE CORRELATE