Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per superare il clericalismo

· John Henry Newman e il concilio Vaticano II ·

John Henry Newman (1801-1890) è spesso indicato come il padre del concilio Vaticano II. Con quest’affermazione Ian Ker, celebre studioso del teologo inglese, apre il suo più recente libro Newman on Vatican II (Oxford, Oxford University Press, 2014, pagine 192, sterline 25). lo scrive Hermann Geissler aggiungendo che tornando ai testi della Sacra Scrittura e dei Padri della Chiesa e offrendo una teologia storica, viva e concreta, Newman ha anticipato molte intuizioni dei rappresentanti della nouvelle théologie (Yves Congar, Jean Daniélou, Henri de Lubac) i quali hanno preparato il terreno per gli insegnamenti del Vaticano II. Sebbene Newman non venga citato nei documenti del concilio, egli ha studiato in modo approfondito quasi tutti i temi che vi furono trattati. Nel contesto del cinquantesimo anniversario del Vaticano II, Ian Ker intende mostrare come gli scritti di Newman possano contribuire alla retta comprensione e applicazione degli insegnamenti conciliari.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE