Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Donne e bambini in schiavitù

· Denunciato un aumento in Nepal del tragico fenomeno della tratta ·

Una donna nepalese con il figlio (Epa)

Nell’ultimo anno e mezzo 13.000 tra donne e bambini del Nepal sono stati vittime della tratta in altri Paesi. Il loro numero è aumentato del 60 per cento rispetto all’analogo periodo precedente. Il dato è stato fornito da un rapporto della Commissione nazionale per i diritti umani del Nepal (Nhrc), pubblicata nella capitale Kathmandu in occasione della xix Assemblea generale del Forum Asia-Pacifico. Secondo la Nhrc, la maggior parte delle donne sono state vittime della tratta a scopo di prostituzione forzata, mentre i bambini sono costretti a lavori forzati o a mendicare e, in alcuni casi, persino usati per i trapianti di organi.

L’edizione 2013 del Global Slavery Index (rapporto globale sulla schiavitù) stilato dall’omonima organizzazione umanitaria ha classificato il Nepal al quinto posto, su 162 Paesi in tutto il mondo, per le moderne pratiche di schiavitù.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE