Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dallo scandalo antico una speranza nuova

· Divisi sulla data della Pasqua ·

Parlando a un gruppo di sacerdoti a Roma per il terzo ritiro mondiale promosso dagli International Catholic Charismatic Renewal Services, Papa Francesco ha riproposto l’idea di un’unica data di celebrazione della Pasqua da parte delle diverse confessioni cristiane. 

Gheorghi Dimov, «Discesa agli inferi»(xxi secolo, Sofia)

Un soggetto antico che, fra dispute e discussioni, accompagna la Chiesa almeno dal concilio di Nicea (325) che tentò di sanare i dissidi fissando la data alla prima domenica dopo il plenilunio dell’equinozio di primavera. Sull’argomento ripubblichiamo un articolo comparso sul nostro giornale del 17 giugno 1988 e che riproponiamo integralmente. Ne fu autore Vittorio Peri (1932-2006), dal 1961 scriptor greco della Biblioteca Vaticana, che, in un luogo di studi tradizionalmente sensibile ai rapporti fra le Chiese d’oriente e d’occidente, per oltre quarant’anni ha coerentemente e tenacemente dedicato numerose ricerche ai rapporti interecclesiali divenendo (1979) il primo membro laico fra i trenta rappresentanti cattolici nella Commissione mista internazionale per il dialogo teologico tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa. Nato a Gorizia, nell’epicentro di un’epocale scontro di etnie e civiltà, Peri per tutta la vita è stato un “uomo di frontiera” e ha perseguito l’aspirazione all’incontro, alla reciproca comprensione, al vicendevole riconoscimento fra i due polmoni della Chiesa. Nonostante e al di là del fardello della storia di cui lui, come pochi, conosceva il tenace e vischioso peso, è stato il promotore di un’amicizia e di un dialogo mai pago dei suoi risultati, mai sconfitto dai suoi fallimenti. (paolo vian)

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE