Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Distrutti dalle bombe due ospedali siriani

· Durante i raid aerei nella regione di Idlib ·

Soccorritori all’opera tra i palazzi distrutti dalle bombe a Idlib (Afp)

 Non si fermano i combattimenti in Siria. Due ospedali sono stati colpiti oggi nel nord-ovest, nel corso di alcuni raid aerei, secondo quanto riferito dalla protezione civile della regione di Idlib. Ci sono alcune vittime accertate, ma al momento non è possibile fare un primo bilancio. I soccorritori — affermano le fonti — sono al lavoro da diverse ore per cercare di estrarre eventuali superstiti del crollo degli edifici bombardati rispettivamente a Marrat Numan e a Kafranbel, a sud del capoluogo Idlib.

Da 48 ore si sono intensificati i raid aerei nella regione di Idlib nel quadro dell’offensiva delle truppe del presidente Assad per la conquista del tratto di autostrada che collega la Siria centrale con Aleppo e che ha il suo snodo chiave a Saraqeb, una delle cittadine più colpite negli ultimi giorni. L’area di Idlib è controllata da gruppi di ribelli e da diversi gruppi armati, tra cui figura l’ala siriana di Al Qaeda.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE