Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Disgelo tra Iran e Stati Uniti

· Teheran propone un accordo entro un anno sul programma atomico ·

Dopo oltre trenta anni di gelo, le relazioni bilaterali tra Iran e Stati Uniti sembrano giunte a un nuovo punto di partenza. Lo registra la riunione avuta ieri al Palazzo di Vetro tra i ministri degli Esteri dei Paesi del gruppo cinque più (i membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu: Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Russia e Cina più la Germania) e il capo della diplomazia iraniano, Javad Zarif, il quale ha proposto l’attuazione entro un anno di un accordo sul programma nucleare del proprio Paese. La prossima riunione del gruppo cinque più uno è stata convocata a Ginevra per il prossimo  15 e 16 ottobre.

Zarif, hanno spiegato fonti diplomatiche al Palazzo di Vetro come riferiscono le agenzie internazionali, ha effettuato una «esposizione ponderata», illustrando «quali sono gli interessi dell’Iran»: vale a dire il «desiderio di arrivare a un accordo e di farlo, con integrale adempimento, nel giro di un anno».    E’ stata una riunione «molto positiva e di sostanza» ha affermato Zarif.  Anche il segretario di Stato americano, John  Kerry, ha parlato di un incontro costruttivo e ha detto che l’Iran ha messo sul tavolo alcune possibilità.  «Abbiamo concordato — ha sottolineato il capo della diplomazia di Washington — di mandare avanti un processo per rispondere alle domande che ha la gente sul programma nucleare iraniano. C’è molto lavoro da fare».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE