Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Disastro Nepal

· Si aggrava il bilancio delle vittime e nel Paese colpito dal sisma manca tutto ·

Il Nepal cerca lentamente di riprendersi dopo il terribile sisma di sabato scorso. Il Centro emergenze del ministero dell’Interno ha aggiornato il bilancio del disastro, parlando di oltre cinquemila vite perdute, circa diecimila feriti e 450.000 sfollati. Nel Paese manca tutto: i servizi igienico-sanitari sono al collasso così come le comunicazioni e i trasporti.

Un villaggio nepalese  distrutto dal sisma (Afp)

C’è poi il dramma quotidiano di chi è sopravvissuto, un popolo accampato nella paura della terra che continua a tremare a causa delle scosse di assestamento. Anche per questo, solo tre giorni dopo la calamità, si è appreso ieri che un villaggio, Ghodatabela, nel distretto di Rasuwa, a nord della capitale Kathmandu, è stato letteralmente travolto e cancellato da una valanga. Il premier nepalese, Sushil Koirala, ha parlato ieri della possibilità che il bilancio arrivi a segnare addirittura i diecimila morti. Per l’Onu sono otto milioni le persone colpite dalla calamità e di queste, 1,4 milioni sono a corto di cibo e senza acqua corrente, mentre le forniture di acqua in bottiglia iniziano a esaurirsi. L’Unicef, il fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia, stima che almeno 2,8 milioni di bambini abbiano urgente bisogno di assistenza.Alla tragedia del sisma va aggiunta anche quella delle valanghe che hanno travolto circa 150 alpinisti che si trovavano nei pressi del campo base dell’Everest e altri 120 turisti che stavano facendo trekking in direzione di Pangoche. Per ora le vittime confermate sono 18, ma soltanto nei prossimi giorni, quando i superstiti arriveranno a Lukla (dove c’è l’aeroporto), si potrà finalmente avere un quadro chiaro di cosa è successo sull’Everest.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE