Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Violati in Nicaragua i diritti umani

· La denuncia di diverse organizzazioni ·

Scontri durante una manifestazione a Managua (Reuters)

«Gravi violazioni dei diritti umani e crimini di diritto internazionale» sono stati commessi «dalle autorità nicaraguensi fra il 30 maggio e il 18 settembre». In alcuni rapporti presentati a sei mesi dall’inizio delle proteste dell’opposizione, diverse organizzazioni umanitarie — tra le quali Amnesty International — hanno sottolineato che «dall’inizio di giugno il governo del presidente Daniel Ortega ha intensificato la sua strategia repressiva conosciuta come “Operazione pulizia”, diretta contro le persone che protestano, mettendo in essere arresti arbitrari, atti di tortura e un uso generalizzato e indiscriminato della forza da parte della polizia e delle forze paramilitari che sono state pesantemente armate». Le organizzazioni umanitarie sollecitano le autorità di Managua a «smantellare e disarmare immediatamente tutte le forze paramilitari» e a garantire che la polizia utilizzi la forza solo in modo «legittimo e proporzionato» e quando sia assolutamente «necessaria» per fermare degenerazioni violente delle manifestazioni. Invece di «criminalizzare coloro che protestano definendoli “terroristi” e “golpisti” — si legge nel testo del rapporto di Amnesty — il presidente Ortega dovrebbe garantire la libertà di espressione e il diritto della popolazione a riunirsi pacificamente». Secondo i dati forniti dalle ong fino al 18 settembre scorso «almeno 322 persone avevano perso la vita per lo più per mano di agenti statali, e oltre 2000 avevano riportato ferite. Fra i morti figurano anche 22 agenti di polizia».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE