Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Diritti
e giustizia per le donne

· Impegno ecumenico delle Chiese in Brasile ·

«Come il movimento ecumenico può combattere la violenza contro le donne? Come affermare e difendere i diritti delle donne?»: questi gli interrogativi centrali del convegno «Mulheres: direitos e justiça – Compromisso Ecumênico» (Donne: diritti e giustizia - Impegno ecumenico) promosso a San Paolo dal Conselho Nacional de Igrejas Cristãs (Conic) del Brasile, in collaborazione con Christian Aid.

L’incontro, che fa parte di un progetto pluriennale portato avanti dal Conic per la promozione del ruolo della donna nella Chiesa e nella società, è stato pensato soprattutto per discutere della violenza di cui è continuamente vittima l’universo femminile. Un modo per proseguire il cammino che da anni vede i cristiani del Brasile impegnati nella denuncia dei casi di sopraffazione e dell’emarginazione delle donne così pure nella definizione di specifici percorsi culturali e sociali.

Il convegno è stato così l’occasione per un incontro tra oltre cento donne di diverse Chiese e comunità ecclesiali, non solo del Brasile, per favorire una sempre maggiore condivisione delle esperienze ecumeniche delle realtà locali e per definire progetti e iniziative. Tra le partecipanti anche Glória Ulloa, membro della presidenza del World Council of Churches, e Deolinda Teka, segretaria generale del Conselho de Igrejas Cristãs de Angola: la loro presenza ha voluto sottolineare come riflettere ecumenicamente sul ruolo e sui diritti della donna nella vita della Chiesa costituisca una delle sfide centrali per il cammino ecumenico del XXI secolo.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE