Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Diplomazia al lavoro sulla crisi siriana

· Il vice premier Qadri Jamil in missione a Mosca mentre infuria la battaglia ad Aleppo ·

Il vice premier siriano, Qadri Jamil, è volato a Mosca per un incontro con il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, a più di due anni dall’inizio della crisi siriana e mentre proseguono gli sforzi diplomatici per l’organizzazione della conferenza di pace, “Ginevra 2”.

La Russia lavora affinché la conferenza di pace internazionale sulla Siria si possa tenere «il prima possibile»: lo ha assicurato Lavrov, accogliendo Qadri Jamil. Il capo della diplomazia russa si è detto rammaricato del fatto che alcune forze dell’opposizione siriana abbiano rifiutato di prendere parte alla cosiddetta conferenza di “Ginevra 2”, promossa da Mosca e Washington. «È nostro profondo dispiacere che, a differenza del Governo siriano, una parte sostanziale dell’opposizione, compresa la Coalizione nazionale, non abbia finora acconsentito» a partecipare, ha spiegato Lavrov.  «Continueremo a incontrare esponenti del Governo e di ogni gruppo dell’opposizione per convincere tutti ad accettare l’iniziativa di tenere la conferenza il prima possibile» ha aggiunto. Il vice premier Jamil era già stato a Mosca lo scorso aprile per discutere di un prestito a Damasco.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE