Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dipingere il Papa: Mercedes Fariña

Vive a quattro isolati da quella che era la casa di Papa Francesco e lo ha ritratto in diversi quadri; lui, in risposta, l’ha invitata in Vaticano perché gliene portasse uno. Come si può definire il viaggio di una persona qualunque che, da un giorno all’altro, viene invitata a un’udienza papale? «Dal vivo — ha raccontato Mercedes Fariña a Hernán Firpo — Francesco irradia un’energia totale, vederlo serve per notare l’aura, la sua luce. È stata un’emozione enorme avere di fronte il protagonista dei miei quadri! Credo sia una persona con una forza commovente e una pace totale, autentica. Ho provato una vera comunione spirituale. Non sono una ritrattista. Non faccio neppure ritratti su richiesta. Dipingo quello che mi piace. L’arte sacra mi è sempre piaciuta. Mi affascina il discorso delle iconografie religiose, nella mia opera il tema mistico è una costante, e il Papa viene dalla mia città, dal mio quartiere». Il risultato sono quadri di «un tale realismo da farti fare il segno della croce davanti alla tela».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

06 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE