Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dio si manifesta nel tempo

· Alla presenza del Papa proseguono gli esercizi spirituali in Vaticano ·

Camminare con integrità, praticare la giustizia e la verità del cuore; ma anche lottare contro la calunnia, rispettare il prossimo, tutelare la dignità della persona, rifiutare ogni collisione col male, scegliere il bene e la fede, rigettare ogni frode,  cancellare l’usura,  eliminare la piaga della corruzione. È l’«endecalogo», una sorta di esame di coscienza, che i leviti  esigevano dai fedeli prima che varcassero il confine del tempio.  Lo ha riproposto il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, nel corso della terza meditazione degli esercizi spirituali, tenuta lunedì sera, 18 febbraio, nella cappella Redemptoris Mater del Palazzo Apostolico, alla presenza di Benedetto XVI.

Dopo le due precedenti “teofanie”, quella della parola e del creato, il porporato ha preso in considerazione il tempio, dove Dio si «lascia comprimere» per incontrare la creatura umana prigioniera del limite spaziale.

Il tempo, quarta teofania di Dio, è stata al centro della prima meditazione di martedì mattina, 19 febbraio. Il cardinale Ravasi ha invitato a cercare Dio nel quotidiano, non nella natura, ma nella storia. Nel cristianesimo Dio viene scoperto in un uomo che è anche Dio, Gesù Cristo, la cui storia è «irradiata di eterno», e lo si intuisce «nel prossimo e nei semplici fatti della quotidianità».

La figura del Messia è stata invece al centro della seconda meditazione di martedì mattina, 19 febbraio. Al Messia, cioè «consacrato», la tradizione giudaica e cristiana «hanno applicato tutta la serie abbastanza ampia dei carmi regali presenti nel salterio».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE