Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In difesa del diritto d’autore

· L’assemblea di Strasburgo approva la riforma per tutelare la proprietà intellettuale ·

Seduta del parlamento europeo aperta dall’intervento di Juncker (Reuters)

Il parlamento europeo ha approvato oggi la proposta di riforma in tema di copyright. La posizione del parlamento europeo è stata approvata dalla plenaria di Strasburgo con 438 voti a favore, 226 contro e 39 astensioni. È stato anche adottato a maggioranza il mandato per iniziare i negoziati con Consiglio e Commissione Ue, necessari per arrivare alla definizione del testo legislativo finale. «È un buon segnale per l’industria creativa e culturale europea», ha dichiarato il relatore del provvedimento, il tedesco Axel Voss.

Il via libera alla riforma del diritto d’autore da parte dell’Europarlamento è «un segnale forte e positivo», in quanto «ora possono incominciare le discussioni tra i co-legislatori» per arrivare al testo finale della direttiva. Così si sono espressi il vicepresidente della Commissione Ue al mercato digitale, Andrus Ansip, e il commissario al digitale, Mariya Gabriel, assicurando che «si lavora in modo che la direttiva sia approvata il prima possibile, idealmente entro la fine del 2018». L’obiettivo è che il testo finale sia «equilibrato e positivo» e che consenta «una vera modernizzazione della legislazione sul diritto d’autore di cui l’Europa ha bisogno, con benefici tangibili per cittadini, ricercatori, educatori, scrittori, artisti della stampa e musei, garantendo al contempo la libertà di espressione e lo sviluppo delle piattaforme».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 novembre 2018

NOTIZIE CORRELATE