Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Come difendere i più deboli

· A Washington il Pontefice indica le linee di impegno comune ·

Per la prima volta il Papa parla al Congresso degli Stati Uniti

Con un triplice invito a «costruire una società che sia veramente tollerante ed inclusiva, a difendere i diritti degli individui e delle comunità, e a respingere qualsiasi forma di ingiusta discriminazione» Papa Francesco si è rivolto alla nazione americana durante il primo discorso pronunciato in pubblico sul territorio statunitense. 

E non è un caso che il luogo fosse la Casa Bianca, uno dei luoghi simbolo dell’identità a stelle e strisce. Mercoledì mattina, 23 settembre, nel giardino della residenza presidenziale a Washington il primo Papa latinoamericano è stato ricevuto dal primo presidente afroamericano degli Stati Uniti, in un’atmosfera di grande cordialità.

Ambiente, libertà religiosa e tutela dei più deboli al centro dei due discorsi, con l’auspicio da parte del Pontefice «che tutti gli uomini e le donne di buona volontà di questa Nazione sostengano gli sforzi della comunità internazionale per proteggere i più deboli e di promuovere modelli integrali ed inclusivi di sviluppo, così che i nostri fratelli e sorelle possano conoscere la pace e la prosperità». Più pastorali i successivi appuntamenti di Francesco nella capitale statunitense. Nella tarda mattinata il Pontefice ha incontrato i vescovi e nel pomeriggio ha celebrato la messa per la canonizzazione di Junípero Serra, la prima in questo Paese.

Nel lungo e articolato discorso rivolto all’assemblea dell’episcopato il Papa ha assicurato vicinanza umana e spirituale, chiedendo ai confratelli di non sottrarsi alle sfide del nostro tempo. Ha quindi espresso loro gratitudine e incoraggiamento per l’opera di accoglienza degli immigrati, e ha accennato alla questione degli abusi. «So quanto ha pesato in voi la ferita degli ultimi anni — ha detto — e ho accompagnato il vostro generoso impegno per guarire le vittime», esortando a «continuare a operare affinché tali crimini non si ripetano mai più».

Nella giornata di giovedì Francesco si reca al Congresso — primo Papa a rivolgersi ai parlamentari statunitensi nella loro sede istituzionale— e poi si trasferisce a New York.

I discorsi del Papa 

Le dirette streaming 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE