Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dialogo tra Governo e Farc e prospettive di pace in Colombia

Si sta preparando in queste ore a Oslo l’apertura ufficiale del nuovo negoziato di pace tra il Governo di Bogotá e le Forze armate rivoluzionarie di Colombia (Farc), il più antico movimento guerrigliero di sinistra dell’America latina. Sul dialogo di pace, che dopo l’apertura ufficiale nella capitale norvegese terrà le successive sessioni a Cuba — dove si sono svolti gli incontri segreti preparatori — si concentrano le speranze del popolo colombiano di mettere finalmente termine al conflitto che da decenni devasta il Paese e  che  ha provocato tanto dolore, morti e distruzione.
Queste  speranze suscitate dalla  riapertura del dialogo tra il Governo e le Farc erano state sottolineate da Benedetto xvi all’Angelus dello scorso 9 settembre,  quando aveva auspicato che «quanti prenderanno parte a questa iniziativa si lascino guidare dalla volontà di perdono e di riconciliazione, nella ricerca sincera del bene comune».
Ricevendo i vescovi colombiani in visita ad limina, il Papa aveva poi lodato la missione pastorale della Chiesa cattolica in Colombia, volta sia a  creare un clima di convivenza e di intesa che possa contribuire al conseguimento della pace, sia ad  aiutare tante persone nella sofferenza. Al tempo stesso, il Papa aveva incoraggiato i vescovi stessi e tutta la comunità ecclesiale colombiana  a «continuare a contribuire a tutelare la vita umana e coltivare la pace».
La preghiera della Chiesa cattolica in Colombia in questo mese di ottobre, in particolare con la recita del rosario,  intende farsi approfondimento nel messaggio evangelico di perdono e  accompagnare gli sforzi di pace e chiedere il  buon esito di questo processo di riconciliazione nazionale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE