Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In dialogo per la pace
in Medio oriente

· A Vienna incontro promosso dal Kaiciid ·

Una piattaforma comune per la riconciliazione e la coesione sociale in Medio oriente viene lanciata a Vienna dai partecipanti all’incontro organizzato dal Centro internazionale per il dialogo interreligioso e interculturale Re Abdullah bin Abdulaziz (Kaiciid), in corso a Vienna dal 26 al 27 febbraio.

Circa 150 leader religiosi e accademici sono i riuniti nella capitale austriaca per il secondo incontro di alto livello sul tema del «dialogo interreligioso per la pace: promozione della coesistenza pacifica e cittadinanza per tutti». La Santa Sede, che nel Kaiciid ha il ruolo di organismo osservatore fondatore, è rappresentata dal vescovo comboniano Miguel Ángel Ayuso Guixot, segretario del Pontificio consiglio per il Dialogo interreligioso. Il presule ha letto il discorso d’apertura affidato al cardinale presidente Jean-Louis Tauran, impossibilitato a partecipare. Il dialogo interreligioso, ha detto, è «finalizzato alla costruzione della pace attraverso due mezzi principali: promuovere la coesistenza pacifica e sostenere la cittadinanza per tutti» gli abitanti della regione mediorientale, davanti al sentimento diffuso che possa esserci differenza di trattamento con cittadini di serie A e di serie B.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE