Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Desmond Tutu
lascia Oxfam

· ​Dopo gli scandali emersi ·

Il premio Nobel per la pace sudafricano Desmond Tutu ha reso noto che non sarà più ambasciatore di Oxfam, dopo lo scandalo che ha investito l’ong. In una nota, l’arcivescovo anglicano, che nel 1984 è stato insignito del Nobel per il suo contributo alla lotta contro l’apartheid, ha spiegato di essere «profondamente deluso per le accuse di immoralità e di possibile condotta criminale» all’interno dell’ong, durante le fasi successive al terremoto di Haiti del 2010.

Il premio Nobel  per la pace Desmond Tutu (Afp)

Tutu ha 86 anni e raramente fa dichiarazioni pubbliche. Nei giorni scorsi anche l’attrice britannica Minnie Driver e il musicista senegalese Baaba Maal avevano comunicato di aver rinunciato a essere testimonial di Oxfam per lo stesso motivo.

Ieri Intermon Oxfam, ramo spagnolo della ong nata per combattere situazioni di povertà, ha riferito di quattro casi di molestie o abusi sessuali registrati dal 2012 in Africa e in America da parte di componenti o collaboratori dell’organizzazione. «Ci sono due casi di abusi sessuali dentro la stessa organizzazione, uno di intimidazione e un altro di pagamento di servizi sessuali a una persona adulta» ha sottolineato il direttore generale dell’ong, José Maria Vera. «Siamo tristi e indignati: sono casi di abusi su persone vulnerabili, non rappresentano i valori dell’organizzazione», ha aggiunto Vera, parlando dello scandalo innescato dalle prime rivelazioni in Inghilterra su abusi sessuali a Haiti e in precedenza in Ciad.

Il vicedirettore della filiale spagnola, Pilar Otenes, ha voluto precisare che per Intermon si tratta di «quattro casi registrati in una struttura nella quale lavorano 1400 persone e 1700 volontari».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 giugno 2019

NOTIZIE CORRELATE