Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Dervisci e francescani

· Dialogi interreligiosi in Turchia ·

Da dieci anni, i francescani minori organizzano nella parrocchia Saint Louis dei francesi di Istanbul, la celebrazione in ricordo della preghiera voluta da Giovanni Paolo ii ad Assisi. Era il 27 ottobre 2005. 

Ero ragazzino e non potrò mai dimenticare quando vidi alla televisione quella coreografia variegata di uomini e donne di tutte le religioni in provenienza dal mondo intero, radunati insieme per pregare per la pace. Mi colpirono in particolare gli indiani d’America con i loro abiti e i rituali così particolari, ma anche il colore arancio così intenso dei monaci buddisti. Lo scrive da Istanbul Alberto Fabio Ambrosio, aggiungendo che il ricordo poi è diventato una realtà a Istanbul, città che da sempre ha avuto una speciale vocazione al dialogo. Questa celebrazione per la pace nello spirito di Assisi nasconde il più bello dei frutti degli sforzi di dialogo: la speranza. Con questo desiderio si conclude anche la sessione di formazione all’ecumenismo e al dialogo organizzata dai minori.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE