Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Per denuclearizzare
la penisola nordcoreana

· L’impegno assunto da Washington, Seoul e Tokyo ·

Il presidente sudcoreano Park Geun Hye con Obama (Afp)

Il presidente Barack Obama ha sottolineato l’impegno di Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud nel rendere la penisola coreana «libera da armi nucleari». Lo ha detto a conclusione di una riunione trilaterale con il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, e la presidente sudcoreana, Park Geun Hye, a margine del summit sulla sicurezza nuclearein corsoa Washington. Al centro degli incontri con i capi di Statoprovenienti da Seoul e Tokyo, le provocazioni della Corea del Nord attraverso i suoi ripetuti test e lanci missilistici.Gli Stati Uniti, ha ribadito Obama, saranno «uniti al fianco di Corea del Sud e Giappone» nel contrastare le minacce nucleari del regime comunista di Pyongyang. Il capo della Casa Bianca ha anche sottolineato l’importanza di applicare in maniera «vigile le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu» sul programma nucleare della Corea del Nord. Obama a Washington ha avuto una serie di incontri bilaterali. Tra i più significativi quellocon il presidente francese, François Hollande, nel corso del qualeha sottolineato la «grande urgenza» di fermare la piaga del terrorismo. Con il presidente cinese, Xi Jinping, Obama ha avuto un incontro giudicato «costruttivo» dagli uomini vicini al capo di Stato cinese.Obama aveva promesso uno «schietto» scambio di idee su aree in cui ci sono divergenze, come i diritti umani, la sicurezza informatica e quella sul mare»

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE