Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Delineata a Idlib
l’area demilitarizzata

· Dopo l’intesa raggiunta da Russia e Turchia ·

Il ministro degli esteri russo, Serghiei Lavrov, ha fatto sapere che le forze armate di Russia e Turchia hanno concordato i confini della zona demilitarizzata nella provincia di Idlib, una delle ultime roccaforti dei ribelli in Siria. È stata così definita nel dettaglio l’area che, lunedì scorso — a Sochi, sul Mar Nero — il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan e quello russo Vladimir Putin hanno concordato di creare entro il 15 ottobre. È stato firmato «un memorandum di intesa per stabilizzare la zona di de-escalation a Idlib», come previsto dagli accordi di Astana. La zona nella Siria nordoccidentale rappresenterà un’area “cuscinetto” demilitarizzata, tra il territorio gestito dalle forze siriane e la parte controllata dai ribelli, pattugliata da forze militari russe e turche. L’obiettivo è evitare scontri, consentendo il ritiro dei militanti.

La prossima settimana, il ministro degli esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu, quello russo Serghiei Lavrov e il capo della diplomazia iraniana Mohammad Javad Zarif terranno un incontro a margine dell’assemblea generale delle Nazioni unite a New York per discutere della situazione in Siria. Lo ha dichiarato lo stesso Çavuşoğlu all’agenzia di stampa Anadolu. All’assemblea generale sarà presente anche il presidente turco. Il portavoce della presidenza, Ibrahim Kalin, ha sottolineato che la Turchia continuerà a intraprendere le azioni necessarie per rafforzare i punti di osservazione nella provincia nord-occidentale di Idlib, definendo intollerabili le azioni finalizzate a eliminare «l’opposizione moderata» dalla regione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

24 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE