Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Delegazione dell’Onu
nei campi rohingya

 Una delegazione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha visitato ieri due campi profughi in Bangladesh che ospitano migliaia di rohingya sfuggiti alle violenze in Myanmar. Secondo quanto riferito dalle autorità locali, la delegazione composta da 24 persone e guidata dal diplomatico peruviano Gustavo Adolfo Meza-Cuadra Velásquez ha visitato prima un campo al confine con il Myanmar e poi un altro nel distretto di Cox Bazar. Centinaia di rifugiati della minoranza musulmana si sono riuniti davanti all’ingresso dei campi.

Quindi, una delegazione di rappresentanti dei profughi ha consegnato ai diplomatici una lettera contenente tredici richieste, tra cui la presenza di un team internazionale per vigilare sulla loro sicurezza, il rimpatrio in Myanmar sotto la supervisione delle Nazioni Unite e la concessione della cittadinanza birmana. Circa 700.000 persone della minoranza rohingya si sono rifugiate in Bangladesh dall’agosto dello scorso anno, in seguito alle violenze esplose nello stato settentrionale di Rakhine. Alla fine del tour di tre giorni in Bangladesh, la delegazione dell’Onu si recherà anche nel Rakhine.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE