Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Decine di morti in scontri nello Yemen

· Ribelli houthi assenti ai colloqui di pace organizzati dall’Onu a Ginevra ·

Circa ottanta miliziani sono morti in scontri armati avvenuti negli ultimi giorni nello Yemen. Lo riferisce l’emittente televisiva in arabo della Bbc, citando fonti mediche locali. 

Le violenze si sono registrate nel porto di Hudayda sul mar Rosso, dove da settimane si affrontano ribelli houthi e forze lealiste sostenute da Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.
Nei giorni scorsi, inoltre, non hanno raggiunto i risultati sperati i colloqui di pace di Ginevra, dove malgrado la mediazione delle Nazioni Unite le parti non si sono sedute allo stesso tavolo. La delegazione degli houthi ha deciso infatti di non raggiungere la Svizzera e ha accusato la coalizione saudita ed emiratina di aver impedito al velivolo dei negoziatori diretti a Ginevra di prendere il volo sui cieli dello Yemen. La coalizione ha smentito seccamente l’episodio.
Le consultazioni dirette tra le parti non ci sono dunque state, ma comunque a Ginevra si sono tenuti i colloqui tra mediatori. «Abbiamo avuto tre giorni, come previsto, di discussioni molto fruttuose, consultazioni con la delegazione del governo dello Yemen», ha detto l’inviato speciale delle Nazioni Unite per lo Yemen, Martin Griffiths. «Il cammino verso la pace è iniziato», ha assicurato. Non proprio nel modo in cui avremmo voluto, ma è iniziato», ha insistito aggiungendo che ha intenzione di incontrare i rappresentanti huthi a Muscat, nell’Oman, e a Sana’a. Secondo Griffiths, la delegazione avrebbe voluto essere presente, ma le condizioni garantite non erano sufficienti per loro. L’inviato ha aggiunto che questo non deve essere considerato come «un blocco fondamentale nel processo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE