Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Decine di migranti morti in un naufragio

· Barcone sovraccarico affonda di fronte alla coste libiche ·

Decine di migranti sono morti nel naufragio di un barcone davanti alle coste libiche. Secondo il primo bilancio fornito dalla Marina di Tripoli i morti potrebbero essere oltre settanta. Trentuno i corpi recuperati finora, tra i quali figurano tre bambini e 18 donne. I naufraghi tratti in salvo al largo di Gars Garabulli sono decine. 

Le salme dei migranti recuperate accanto al personale medico nel porto di Tripoli (Afp)

«Le prime informazioni indicano che la barca è affondata a causa del sovraffollamento» si legge in un comunicato della Marina libica, nel quale si aggiunge che circa ottanta persone sono state tratte in salvo, ma sono in cattive condizioni di salute e sono state immediatamente trasportate alla base navale di Tripoli. «Mentre la pattuglia della guardia costiera stava tornando dopo l’operazione di salvataggio, un altro gommone è stato avvistato con circa centoventi migranti a bordo», ha aggiunto la fonte. Il numero totale di migranti salvati sabato è salito così a oltre duecento, mentre si continua a cercare i dispersi in mare.

Malgrado la diminuzione delle partenze di disperati dalle coste libiche il numero di vittime in questo braccio di mare rimane molto alto. Secondo l’Organizzazione mondiale per le migrazioni (Oim), le morti lungo la rotta mediterranea centrale sono state 2772. Dall’inizio del 2013, attesta l’Oim, nell’area sono annegate circa 15.000 persone.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE