Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Decine di civili uccisi da Boko Haram

· ​Nello Stato nigeriano del Borno ·

Le sconfitte militari subite nell’ultimo periodo non fermano Boko Haram, il gruppo jihadista responsabile da oltre cinque anni a questa parte di sistematici massacri in attacchi armati alle popolazioni inermi e attentati terroristici. Ieri miliziani travestiti da predicatori hanno compiuto una strage nel villaggio di Kwajafa, nella parte meridionale dello Stato nordorientale nigeriano del Borno, dove il gruppo jihadista ha le sue principali roccaforti.

Secondo fonti citate dall’agenzia britannica Reuters, i miliziani di Boko Haram, prima di ritirarsi indisturbati, hanno ucciso almeno ventiquattro persone e ne hanno ferite molte altre. Fonti militari e testimoni hanno specificato che la carneficina è avvenuta vicino alla moschea del villaggio. Uno dei testimoni, Ahmat Ali, ha aggiunto che gli assalitori «hanno fatto uscire le persone dalle case, hanno aperto il fuoco sulla folla e poi hanno dato fuoco alle case, bruciando la metà del villaggio prima di andarsene». Analoghe notizie sono state fornite da un abitante di Kwajafa fuggito e riparato a Biu, a trentacinque chilometri dal villaggio assalito.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE