Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Decine di bambini uccisi nel Sud Sudan

· L’Onu denuncia una situazione di conflitto sempre più agghiacciante ·

Si fa sempre più agghiacciante in Sud Sudan la situazione dei bambini, vittime o forzati protagonisti della guerra civile che da un anno e mezzo oppone i reparti dell’esercito fedeli al presidente Salva Kiir Mayardit ai ribelli guidati dal suo ex vice Rijek Machar. 

Piccoli profughi sudsudanesi (Afp)

In due settimane decine di bambini sono stati uccisi, almeno dodici sono stati violentati e altri rapiti e reclutati in una serie di attacchi armati, secondo quanto denunciato ieri dall’Unicef. Il rappresentante in Sud Sudan dell’agenzia dell’Onu, Jonathan Veitch, ha parlato appunto di un quadro agghiacciante del calvario dei bambini, mentre gli scontri si stanno intensificando. I gruppi armati sembrano infatti decisi a conquistare posizioni e rifornimenti prima dell’arrivo della stagione delle piogge, che in questa zona rende difficili i movimenti, sia dei belligeranti, sia purtroppo dei convogli umanitari con gli aiuti a una popolazione stremata. La denuncia dell’Unicef fa riferimento agli scontri nello Stato di Unity e chiama in causa sia le forze governative, sia i ribelli, sia le milizie armate che combattono con gli uni o con gli altri, ma che seguono fondamentalmente propri obiettivi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE