Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In preghiera davanti alle reliquie di coniugi esemplari

· La celebrazione eucaristica inaugurale del Sinodo dei vescovi ·

Una preghiera in cinese per i padri sinodali, una in filippino per quanti sono feriti e hanno sperimentato lo scandalo, una in portoghese per i popoli in guerra e una in swahili per tutte le famiglie: sono alcune delle intenzioni elevate durante la messa con cui Papa Francesco ha aperto in San Pietro, domenica 5 ottobre, la terza assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi.

Nella basilica vaticana il Pontefice ha presieduto l’Eucaristia, concelebrata dai 191 tra cardinali, patriarchi, arcivescovi maggiori, presuli e sacerdoti membri dell’assise dedicata alla famiglia. Durante la processione iniziale, dopo aver percorso la navata centrale, il vescovo di Roma ha sostato in preghiera presso il pilone di sant’Andrea, di fronte alla statua di san Pietro, dov’erano state poste le reliquie di santa Teresa di Gesù Bambino, quelle dei suoi genitori, i beati Marie-Azélie Guérin e Louis Martin, e quelle dei coniugi romani, anch’essi beati, Maria Corsini e Luigi Beltrame Quattrocchi.

Accompagnato dal canto delle Laudes regiae Papa Francesco ha quindi raggiunto l’altare della Confessione, dov’era stata collocata l’icona realizzata dal Pontificio Consiglio per la famiglia per la giornata degli anziani e dei nonni della settimana precedente: raffigura l’immagine descritta nel vangelo di Luca (2, 22-38) della presentazione di Gesù al Tempio.

Al termine della liturgia della Parola, Francesco ha pronunciato l’omelia. Un testo breve, poco meno di sette minuti, ma come di consueto ricco di contenuti, di indicazioni, di spunti per la riflessione, ispirato dal tema comune delle letture: quello del popolo di Dio paragonato alla vigna del Signore.

Il testo integrale dell'omelia del Papa 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE