Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Datemi una Bibbia

· In Texas la battaglia legale delle cheerleaders per poter utilizzare citazioni sacre nei loro striscioni ·

La Bibbia torna ad avere diritto di cittadinanza sui campi sportivi del Texas. Almeno per ora, in attesa cioè di una decisione definitiva. Infatti, nei giorni scorsi un giudice ha provvisoriamente posto fine al divieto stabilito da un distretto scolastico del Texas orientale che impediva alle cheerleaders — le giovani che eseguono coreografie in occasione di eventi sportivi — di riportare citazioni e versi biblici sugli striscioni esposti durante le partite di football delle scuole superiori. Tale divieto — questa la motivazione della decisione — appare, infatti, come come una violazione del diritto alla libertà di espressione. Il giudice distrettuale Steve Thomas — secondo quanto reso noto dal procuratore generale del Texas, Greg Abbott — ha pertanto concesso un’autorizzazione, richiesta dalle cheerleaders della Kountze High School, che permette loro di continuare a esporre tali striscioni in attesta degli esiti del processo fissato per il prossimo 24 giugno. La battaglia giudiziaria è sorta a seguito delle proteste avanzate dalla Freedom From Religion Foundation, organizzazione che si batte per espellere ogni connotazione religiosa dagli spazi pubblici. E, sulla scia di queste proteste, i dirigenti scolastici avevano vietato alle cheerleaders di esporre striscioni con versi biblici per incoraggiare le formazioni di football. Messaggi di simile tenore — è questa la tesi — violerebbero quella parte del primo emendamento che vieta al Governo, o in questo caso un distretto scolastico pagato con fondi pubblici, di appoggiare una specifica religione. Insomma, la battaglia per la libertà religiosa si combatte anche sui campi di football.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE