Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Date prova di lealtà e onestà

· ​Il Pontefice ai calciatori di Juventus e Lazio ·

«Essere testimoni di lealtà, di onestà, di concordia e di umanità»: lo ha raccomandato il Papa ai calciatori delle squadre impegnate nella partita finale di Coppa Italia in programma mercoledì sera, 17 maggio, allo stadio Olimpico di Roma. Ricevendoli nella mattina di martedì 16 nella sala Clementina il Pontefice ha anche deprecato gli episodi di violenza che turbano il sereno svolgimento delle partite. All’inizio dell’incontro il presidente della Federazione italiana giuoco calcio, Carlo Tavecchio, ha salutato Francesco a nome dei presenti, ricordando che «l’amicizia e il desiderio di confrontarsi nel rispetto delle regole sono le basi di una crescita umana prima ancora che sportiva».

Il discorso del Papa

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 giugno 2018

NOTIZIE CORRELATE